San Marino. Partito Socialista: ”Convertibilità credito d’imposta. Colpo di mano della maggioranza per abrogare l’articolo di legge di bilancio”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Il 20 settembre del 2018 il Collegio Garante della Costituzionalità delle norme ammetteva il quesito referendario sulla convertibilità del credito di imposta, nello specifico il quesito propositivo chiedeva “Volete voi che venga sancito per legge il divieto di convertire il credito di imposta concesso al sistema bancario e finanziario in debito pubblico a carico dei cittadini?”    Come noto nella legge di bilancio dello scorso dicembre tale quesito veniva recepito all’art. 66 e lo stesso Collegio Garante in data 21 gennaio 2019 con apposita sentenza interrompeva la procedura referendaria. 

E’ notizia di questi giorni che la maggioranza, abbia in mente l’ennesimo colpo di scena – abrogare l’articolo di legge di bilancio, fregandosi delle migliaia di firme di cittadini che avevano sottoscritto il referendum e soprattutto andare contro ad una sentenza del Collegio dei Garanti.

Invitiamo il Governo e Maggioranza a chiarire immediatamente questa grave situazione di potenziale violazione del nostro ordinamento istituzionale, annunciando fin da subito che il Partito Socialista contrasterà in tutti i modi ed in ogni sede qualsiasi tentativo che verrà posto in contrasto con quanto sostenuto dai cittadini e stabilito nelle sentenze.

Ufficio Stampa del Partito Socialista

San Marino, 05 Aprile 2019.